In un futuro non molto lontano potremmo ritrovarci a masticare l’involucro che contiene gli alimenti al supermercato. Un modo per ridurre i rifiuti da imballaggio.

Versare l’ultimo goccio di latte nella tazza e poi… iniziare a sgranocchiare il cartone. Ve lo immaginate? Eppure una scena del genere potrebbe verificarsi davvero sulle nostre tavole tra qualche anno. Secondo un articolo pubblicato sul sito del Guardian, quella della ricerca di packaging commestibili è una delle nuove frontiere dell’industria alimentare. E anche se a noi consumatori, abituati a produrre tonnellate di spazzatura sotto forma di imballi, l’idea di ingurgitare pellicole e bottiglie sembra fantascienza, ci sono già alcune aziende e realtà universitarie che ci stanno lavorando.